Bianconi Sporting Center
Norcia Hotel quattro stelle

  • italiano
  • English
  • русский
  • العربية


Storia Centro Sportivo Bianconi di Norcia

Vieni a trovarci a Norcia e prova la nostra Ospitalità

 

Agli inizi degli anni 80 fece visita a Norcia la Federazione Italiana Lotta Pesi e Judo (FIJLKAM). A quell’epoca la nostra unica struttura alberghiera era l’Hotel Grotta Azzurra, nel centro storico di Norcia. Ci fu proposto di ospitare le nazionali di lotta, e poi di judo, per la preparazione pre-olimpica di Los Angeles e Seoul. L’unico impianto coperto era la palestra comunale, a circa 200 metri dall’Hotel. Ci sembrò una grande opportunità e cercammo di fare il massimo per rispettare menù, diete e richieste varie.

 

Durante quel raduno e i successivi ospitammo atleti che segnarono la storia della lotta italiana del calibro di Giuseppe Maenza, oro a Los Angeles 1984 e Seoul 1988, Giovanni Schillaci e Giuseppe Giunta. Per il judo Girolamo Giovinazzo. Quelle medaglie, in un certo senso, le sentiamo un po’ nostre. A fine anni ‘80 iniziammo a pensare che lo sport potesse essere un segmento significativo e ospitammo il Perugia, ai tempi di un adolescente Fabrizio Ravanelli, la Casertana e il Messina dell’allora mister Giuseppe Materazzi.

 

Ancora non avevamo investito in impianti sportivi ma già nella testa iniziava a ribollire qualche idea importante. Le strutture utilizzate, campo da calcio in erba e palestra, erano quelle del Comune di Norcia.


La FIJLKAM ci propose di creare per loro un centro federale, con tanto di palazzetto dello sport, foresteria o albergo, palestra pesi (body-building) e servizi accessori per lo sport. Norcia sarebbe diventata il loro quartier generale. L’idea ci incuriosì e passammo ai fatti tra gli ultimi anni ’80 e i primi del ‘90. Proprio davanti alle porte di Norcia, a circa 200 metri dall’arco di Porta Romana, c’era un appezzamento di terra che poteva contenere il nostro progetto. Volevamo creare un hotel importante, con centro sportivo a due passi da Norcia.

 

Con molte difficoltà riuscimmo a terminare i lavori dell’hotel in circa sette mesi. Dopo circa undici anche il palazzetto dello sport fu ultimato, primo in Umbria per grandezza del parterre (1600 mq). Una doccia fredda ci colpì di lì a poco: la FIJLKAM , per nuove direttive del CONI, creò il suo centro sportivo. Dopo un brevissimo momento di smarrimento, tutte le idee di commercializzazione che avevamo avuto in mente prima dell’investimento si tramutarono in azioni concrete: eravamo sicuri di potere offrire un prodotto unico.

 

Il valore aggiunto del nostro centro era, ed è, indiscutibile: un hotel con standard internazionali, vasca idromassaggio in tutte le camere, aria condizionata, minibar, cassaforte, collegamento fax e tv satellite per quei tempi era inconcepibile; inoltre, il centro sportivo all’interno dell’area recintata dell’Hotel Salicone: palazzetto dello sport, campo da calcio in erba, campo da calcetto e una grande area verde.

 

Acquisendo anno dopo anno professionalità e conoscenze delle esigenze degli sportivi di tutte le discipline, decidemmo di ampliare i servizi, prima con campi da basket all’aperto, poi con un secondo campo da calcio a otto, poi un campo da beach-volley con sabbia di mare, quindi una piscina coperta riscaldata di 25 metri e, ancora, una palestra cardio-fitness. Anche il benessere iniziava a essere un’esigenza indispensabile, quindi aggiungemmo sauna e bagno turco ai nostri servizi.

 

Dagli anni ottanta in avanti la nostra “azienda famiglia” è cresciuta con lo sforzo e l’impegno di tutti, staff e proprietà. Molte delle figure chiave di oggi sono ragazzi che, trent’anni fa, aiutavano a servire in sala.

Oggi, dopo circa trenta anni di lavoro dedicato allo sport, ci sentiamo orgogliosi di aver creato questa struttura. Anche molti sportivi lo sono.

 

Powered by Present S.p.A.

Mobile version View Desktop version